Progetto del corso di laurea in Medicine and Surgery dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata

Nel periodo pasquale 2017 è previsto un viaggio di circa sette giorni presso i campi profughi saharawi con il coinvolgimento di un gruppo di studenti e Professori del corso di Medicina e Chirurgia di Tor Vergata (sia dei corsi in italiano che in lingua inglese), allo scopo di attivare un canale preferenziale di supporto medico-sanitario. in accordo con la R.A.S.D. 

Noi siamo gli studenti di Medicina e Chirurgia che parteciperanno al progetto.

ragazzi-torvergataIl Progetto prevede

  • tirocini nei presidi sanitari Saharawi da parte degli studenti di Tor Vergata
  • la realizzazione di corsi di formazione sanitari di base (BLSD, infermieristica di base e altro) da parte del corpo docente
  • la spedizione di farmaci, a seguito di un accordo raggiunto con la società Mylan

Il tutto verrà svolto in parallelo alle attività previste dal “viaggio di solidarietà-tenerezza fra i popoli”  ed ad altri progetti, portati avanti da altre associazioni ma sostenute anche dal nostro gruppo.

Attività condivise con il viaggio di solidarietà-tenerezza fra i popoli:

  • visita al muro della Vergogna (più di 2.720 km di muro costruito dal Marocco nel Sahara Occidentale. È una zona militare con bunker, fossati e campi minati, edificato con l’obiettivo di proteggere dalle incursioni del Fronte Polisario il territorio occupato dal Marocco. Si stima che intorno al muro siano presenti da uno a due milioni di mine. Oltre a uno scopo difensivo, il muro ha obiettivi di sfruttamento economico. La parte interna al muro racchiude le ricchezze del Sahara Occidentale, ovvero le miniere di fosfati e il controllo della costa che è considerata una delle più pescose al mondo)
  • visita al museo della guerra
  • visite alle scuole, agli ospedali, ai centri disabili ed alle istituzioni della RASD
  • partecipazione al festival delle donne
  • e.e.

Il viaggio prevede dei costi che si intende coprire con l’organizzazione di un evento prima del mese di marzo 2017: essi comprendono

  1. l’eventuale noleggio di un container per il trasporto dei farmaci e dei materiali raccolti
  2. l’acquisto di materiale didattico direttamente in Algeria per evitare il trasporto
  3. l’acquisto del necessario per sostenere i corsi di formazione
  4. il contributo ai progetti di CittàVisibili, Nasi Rossi nel deserto.

 

Per info sul progetto: FEDERICO MAZZINGHI

Socio attivo di CittàVIsibili

freddietosearch@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...